Il B&B della Mamma, finito di ristrutturare a dicembre 2017,  è una struttura accogliente, in posizione strategica, non lontano dalla Stazione Termini e dalla Stazione Tiburtina, dietro l’ingresso del Parco di Villa Torlonia, a pochi passi dalla fermata della metropolitana Bologna e Policlinico. Guarda

All’interno di una palazzina Liberty degli anni ’20 con un bellissimo giardino, disponiamo di 5 stanze doppie e 1 singola, tutte dotate di aria condizionata, riscaldamento, bagno in camera, asciuga capelli, internet Wi-fi, cassaforte e TV Lcd.

Dove siamo

Il quartiere è servito da mezzi di trasporto, negozi, bar, cinema e ristoranti di ogni genere.

È un quartiere sicuro, giovanile e molto comodo per chi è a Roma di passaggio e per chi la vuole visitare.

La zona è ben collegata con il centro: a 500 metri dalla fermata della Metro linea B, stazione Policlinico.

Collegamento diretto per Tiburtina (due fermate e scambio con Fiumicino), Colosseo (quattro fermate), Stazione Ostiense, Eur.

Meno di venti minuti a piedi dalla Stazione Tiburtina.

A pochi metri si trovano l’Università La Sapienza, l’Università Luiss, il Policlinico e i Musei di Villa Torlonia.

La Casa della Mamma

La Casa della Mamma è un’associazione nata nel 1969, che accoglie ragazze madri in difficoltà e i loro bambini con l’obiettivo di aiutarle a diventare donne e a far crescere con responsabilità e autonomia i propri figli.

Oggi la Casa della Mamma ospita sei ragazze madri, dai 15 ai 23 anni, con i propri figli, spesso allontanate dalle famiglie dal Tribunale per i Minorenni.

Il bed & breakfast: un progetto di impresa sociale

L’attività di ricezione della Casa della Mamma è stata avviata per raggiungere due grandi obiettivi: la ristrutturazione della personalità emotiva grazie al lavoro, un percorso di formazione professionale qualificata necessario per la vita di domani.

Ogni giorno le giovani ospiti sono coinvolte appieno nell’organizzazione e gestione del quotidiano della casa, alfine di acquisire tutti gli strumenti necessari alla propria indipendenza.

Con l’amichevole contributo di Diego Della Valle, Maria Rosa Fachinetti e Renzo Pelliccioli, Gemma Bracco Baratta e
 

Alexandra Dufey
illustrazioni e grafica 

Antonella Fiorillo
fotografie